You are currently viewing I dati INAIL sugli infortuni ed incidenti aggiornati a fine agosto

I dati INAIL sugli infortuni ed incidenti aggiornati a fine agosto

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:news

Anche con l’ultimo aggiornamento Inail, riferito ai primi otto mesi dell’anno, i dati relativi a morti e infortuni sul lavoro sono ancora disastrosi. Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail tra gennaio e agosto sono state 349.449 (+8,5% rispetto allo stesso
periodo del 2020, oltre 27 mila in più), 772 delle quali con esito mortale (-6,2%).
Per le morti, si tratta di una drammatica media di 3 persone al giorno. Per gli infortuni, 1400 ogni 24 ore. Incremento anche per le malattie professionali, con un aumento addirittura del 31,5%, pari a 36.496 casi contro 27.761.
Se nel confronto tra 2021 e 2021 il calo registrato nel trimestre gennaio-marzo (-11%) lasciava ben sperare, il periodo aprile-agosto ha visto invece un pericoloso rialzo degli infortuni denunciati (+26%). Aumentano anche i casi in itinere, da 138 a 152 (10,1%).
Considerando gli incidenti più gravi, i casi mortali hanno interessato, tra gli altri, l’agricoltura (84 decessi), il comparto delle costruzioni (72), trasporti e magazzinaggio (58). E ancora: commercio e riparazione veicoli e motocicli (40),
lavorazione dei metalli (13), alimentare (11).